Crostata “scenografica”

Quando vuoi colpire i tuoi ospiti, ma perché no, anche i tuoi ragazzi non c’è altro rimedio che non la crostata scenografica. Mi piace usare questo nome perché è una torta dall’aspetto complicato, ma semplice da ottenere grazie all’utilizzo dello stampo della silikomart, vi lascio il link per poter vedere tutti i meravigliosi stampi che hanno nel loro store, e ringrazio mio marito ha avuto il buon cuore di regalarmene uno per Natale. Un po’ costoso si, ma credetemi ne vale la pena, resterete soddisfatti dei risultati; è semplice da usare e da pulire. La base della crostata per me è sempre uguale: utilizzo la stessa ricetta da anni ma vario le creme e i topping. Qui ho voluto testare lo stampo quindi mi sono mantenuta sulla semplice crema al cacao con un velo di crema alle nocciole e meringhe di panna cotta. Come avete notato mi sto specializzando nella preparazione delle crostate e questa è tra le mie 5 preferite! Il nome farà fare un ovazione a i vostri ospiti e i soldi spesi per lo stampo faranno ripagati dai complimenti che vi faranno. Volete scoprire il segreto? Continuate la lettura!

Crostata scenografica: ingredienti e procedimento

per 10/12 persone

difficoltà bassa

tempi di preparazione 30 min + un ora di riposo

tempi di cottura 40 min

Ingredienti

Per la frolla

  • 500 g di farina;
  • 180 g di burro;
  • 200 g di zucchero a velo (fatto in casa);
  • 2 uova;
  • aroma a piacere;
  • un pizzico di sale;

Ingredienti

crema al cioccolato

  • 300 ml di latte intero;
  • 30 g di farina 00;
  • 3 tuorli d’uovo;
  • 100 g di zucchero;
  • 3 cucchiai colmi di cacao amaro in polvere;

decorazione:

  • 250 g panna fresca;
  • 2 fogli di gelatina o colla di pesce

Preparazione

Mescolare insieme burro, zucchero a velo e uova;

Mescolare insieme burro, zucchero a velo e uova;

Aggiungi la farina, l’aroma e il sale;

Aggiungi la farina, l'aroma e il sale;

Forma un panetto, avvolgilo nella pellicola e fallo riposare in frigo per 1 ora;

Forma un panetto, avvolgilo nella pellicola e fallo riposare in frigo per 1 ora;

Prepara la crema: mescola latte, uova e zucchero poi unisci la farina e il cacao, metti sul fuoco a fiamma moderata fino al bollore;

Abbassa e fai restringere la crema mescolando con un cucchiaio di legno;

Prepara la crema: mescola latte, uova e zucchero poi unisci la farina e il cacao, metti sul fuoco a fiamma moderata fino al bollore;

Riprendi la frolla dal frigo e stendila aiutandoti con la carta forno su uno stampo dove metterai all’interno il ring ( anello microforato) bucherella il fondo e infornala per 40 minuti a 160° ;

Riprendi la frolla dal frigo e stendila aiutandoti con la carta forno su uno stampo dove metterai all'interno il ring ( anello microforato) bucherella il fondo e infornala per 40 minuti a 160° ;

Una volta raffreddata, sfornala, spalma un velo di crema di nocciole così che la frolla non si inumidisca con la crema e farciscila con essa;

Una volta raffreddata, sfornala, spalma un velo di crema di nocciole così che la frolla non si inumidisca con la crema e farciscila con essa;

Metti ad ammollare i fogli di colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti, strizzali e uniscili alla panna che stai scaldando;

Metti ad ammollare i fogli di colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti, strizzali e uniscili alla panna che stai scaldando;

Fai raffreddare leggermente e versala nello stampo per meringhe per poi adagiarla in freezer facendo attenzione a metterla in orizzontale perfettamente per un paio d’ore;

mettete lo stampo per la crostata scenografica in freezer

Trascorso il tempo, riprendi lo stampo e facendo attenzione a non romperne il contenuto girarlo sulla crostata e staccarlo piano piano dallo stampo stesso;

crostata scenografica

Buon appetito!

(Visited 1 times, 1 visits today)

Rosalba Barbaro

Ciao sono Rosalba, Siciliana che vive per amore in Abruzzo. Sposata e madre di due splendidi bambini. Oltre ad essere un' operatrice socio sanitaria, faccio parte della protezione civile del mio paese, continuo a studiare per migliorare sempre di più e l'amore per la cucina mi porta a rivisitare i piatti della tradizione della mia terra d'origine e scoprire i nuovi sapori della cucina Abruzzese.

Add Your Comment