Cavolfiore viola affogato: la ricette dal 02/11

Il cavolfiore viola, nella cultura culinaria Siciliana, soprattutto nel periodo invernale, ha un posto d’onore in tavola, in quanto lo utilizziamo in tantissime varianti, in frittella,  all’ interno  di due strati di pasta di pane, detta schiacciata o come lo propongo oggi, ovvero cavolfiore viola stufato o affogato con il vino rosso. Il cavolfiore ha moltissime proprietà, quali antinfiammatorie,  antiossidanti,  contiene vitamina C, potassio e magnesio. Quando lo cucinate aggiungete sempre le foglie di alloro, attenua l’odore forte di questo ortaggio.

Ingredienti e procedimento

  • 1 kg di cavolfiore viola
  • 1 cipolla
  • 10 olive nere
  • 2/3 foglie di alloro
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 20 capperi
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo
  • 3/4 filetto di acciuga
  • 50 grammi di pecorino stagionato

Tempi di preparazione 20′ Tempo di cottura 30′

Preparazione

  1.  Lavate in abbondante acqua  i ciuffi del cavolfiore che avete staccato dal torso, tagliare la cipolla a fette non troppo sottili, levate il nocciolo alle olive e mettere a dissalare i capperi.

2. Scolate il cavolfiore e tagliatelo per la lunghezza sistemandolo in una pentola dai bordi alti a strati; prima il cavolfiore, la cipolla, le olive , i capperi dissalati,  i filetti di acciughe a pezzetti e il pecorino. Continuate fino all’utilizzo di tutti gli ingredienti e finite con un filo d’olio;

3. Completate la preparazione versando il bicchiere di vino,  l’ alloro e regolate di sale e pepe;

4. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco medio basso, agitate di tanto in tanto la pentola per far saltare il cavolfiore,  avendo cura di non alzare il coperchio;

5. Cuocete per 30′ o fino a che il cavolfiore non risulti morbido e il vino del tutto evaporato.  Evitate di aggiungere acqua, in quanto il vapore formatosi all’interno della pentola aiuterà il cavolfiore a cucinare. Regolate a piacere di sale e pepe;

Servite il cavolfiore su un piatto capovolgendo la pentola, può essere accompagnato da crostini di pane come antipasto oppure con un secondo di carne;

Consiglio: questo piatto può essere servito sia tiepido, che freddo;

Buon appetito!

 

(Visited 284 times, 1 visits today)

direecondire

Ciao sono Claudia, Siciliana, sposata con Salvatore e madre di due splendidi bambini. Tra i vari impegni quotidiani, cerco di ritagliare un po' di tempo per la cucina, la mia passione, che mi è stata trasmessa con amore da mia madre, bravissima cuoca. Attraverso la condivisone delle mie ricette quotidiane cercherò di offrire una guida per tutti coloro che vorranno accostarsi ad una cucina semplice, pratica e casalinga.

Add Your Comment