Arancinetti allo scoglio

Gli arancinetti allo scoglio sono un antipasto che ho preparato per riparare a un errore su un risotto a cui ho aggiunto troppo sale! A volte capita di sbagliare, la distrazione per le mille cose da fare contemporaneamente ti portano a distrarti, l’importante è cercare di riparare perché da un errore può uscir fuori un capolavoro, come in questo caso! Ho preparato un risotto classico con cozze, vongole, gamberetti e seppie, soffriggendo dell’ aglio, tostando il riso, aggiunto il vino e del brodo vegetale, poi qualcosa è andato storto e mi sono ritrovata con questo risotto davvero troppo saporito, così non mi sono persa d’animo e ho preparato altro riso in bianco che ho aggiungo al mio disastro. In un baleno ecco un antipasto goloso da offrire !!!!

Arancinetti allo scoglio: ingredienti e preparazione

Per 6/8 persone

Difficoltà media

Tempi di preparazione 25′

Tempi di cottura 45′

Ingredienti

Per il risotto:

  • 500 grammi di riso originario
  • 100 grammi di cozze, gamberetti, seppie, vongole
  • sale e pepe
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 litro di brodo vegetale
  • prezzemolo q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco

Per la panatura

  • 2 uova
  • pangrattato
  • olio per friggere

Preparazione

1.In una pentola capiente fate soffriggere l’aglio con un po’ d’olio, tostate il riso e sfumate con il vino bianco. Aggiungete pian piano il brodo, a metà cottura sistemate di sale e aggiungete le cozze pulite, i gamberi sbucciati, le seppie tagliate a pezzetti e le vongole. Cuocete fino a completa cottura del riso e guarnite con il prezzemolo;

2.Lasciate raffreddate completamente il risotto;

3. Nel frattempo in un piatto sbattete le uova e nell’altro aggiungete il pangrattato;

4. Formate gli arancinetti e passateli prima nell’uovo e poi nel pangrattato;

5. Portate a temperatura l’olio per friggete in una padella dai bordi alti, gli arancinetti devono cuocere in olio profondo per non risultare troppo unti;

6.Cuocete fino a doratura;

7. Scolateli e poggiateli su di un piatto ricoperto di carta per fritti;

Lasciateli raffreddare qualche minuto e portate in tavola.

Buon appetito!

(Visited 62 times, 1 visits today)

direecondire

Ciao sono Claudia, Siciliana, sposata con Salvatore e madre di due splendidi bambini. Tra i vari impegni quotidiani, cerco di ritagliare un po' di tempo per la cucina, la mia passione, che mi è stata trasmessa con amore da mia madre, bravissima cuoca. Attraverso la condivisone delle mie ricette quotidiane cercherò di offrire una guida per tutti coloro che vorranno accostarsi ad una cucina semplice, pratica e casalinga.

2 Comments Hide Comments

Ho trovato l’errore! Prima si aggiunge cozze, vongole e seppioline etccc. poi si regola la salatura ha cottura avanzata! Si evita così la troppa sapidità! Quegli arancetti devono essere deliziosi!

Ciao Gigi,
sicuramente sarà stato quello… non avendo assaggiato il riso già sapido con gli ingredienti, ho salato anche il riso successivamente!
Fortunatamente con l’aggiunta di altro riso non condito ho salvato tutto.
Grazie per il suggerimento!
Saluti
Dire e condire

Add Your Comment